Trauma Service CEMS | Traumatologia ortopedica minore d'urgenza

È AL CEMS IL PRIMO TRAUMA SERVICE DEL VENETO

Il primo e unico Trauma Service privato del Veneto è operativo al CEMS, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 19.
Nato sulla base di una ventennale esperienza ortopedica-traumatologica in ambito ospedaliero e operando all’interno di una struttura specialistica privata, si colloca come servizio di eccellenza rivolto alla popolazione veronese per la cura della traumatologia minore ortopedica d’urgenza, anche pediatrica.

SI RIVOLGE AL TRAUMA SERVICE CHIUNQUE – abbia subito un trauma minore che coinvolge le articolazioni, come conseguenza di un evento sportivo, di un incidente minore, domestico o sul lavoro, di un’accidentale caduta e desidera evitare lunghe attese usufruendo del servizio presso il Trauma Service, in tempi ragionevoli.Con in più, la certezza di ricevere un percorso di cura completo dalla diagnosi alla presa in carico dell’infortunio in tutti i suoi contesti e risvolti, compreso il trattamento immediato del dolore.

DALL’ACCOGLIENZA ALLA RIDUZIONE DELLA FRATTURA ALLA VISITA DI CONTROLLOmediamente in un’ora il paziente riceve: accoglienza, prima visita ortopedica specialistica, radiografia, ecografia, tac o risonanza magnetica, anestesia locale ed eventuale riduzione della frattura, cura di ferite, gesso, radiografia di controllo, immobilizzazioni articolari, consegna e applicazione del tutore o altro presidio richiesto, comunicazione della data della visita di controllo, sempre con la stessa equipe medica.

PRIVATO MA ACCESSIBILE – è un servizio svolto da specialisti qualificati ed esperti, con strumentazioni diagnostiche d’eccellenza, sala chirurgica e palestra che ha fatto registrare un numero di accessi in continua crescita nell’ultimo anno, a dimostrazione della qualità e della sostenibilità, anche economica, delle prestazioni erogate.

LA CONTINUITÀ DI RAPPORTO CON LO SPECIALISTA FA’ LA DIFFERENZA
– nell’apprezzamento riferito dai pazienti del Trauma Service del CEMS, in Via Fava 2/B a Verona. Anche perché il paziente, dopo il trattamento in urgenza, è seguito con percorsi riabilitativi e fisioterapici personalizzati, ha la possibilità di usufruire di una palestra e di avere un rapporto diretto con il Medico, anche telefonico.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *