Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/cemsverona/public_html/wp-content/themes/enfold/config-templatebuilder/avia-shortcodes/av-helper-masonry.php on line 352

Intolleranze Alimentari

intolleranze

CHE COS’E’ L’ “INTOLLERANZA” ALIMENTARE?

L’intolleranza alimentare è considerata una reazione avversa ad alcune proteine alimentari. Questa reazione può essere evidenziata e quantificata attraverso il dosaggio di anticorpi di classe G (IgG).
La conoscenza delle proprie intolleranze alimentari può costituire per il paziente l’occasione per acquisire maggiore consapevolezza in merito ad una corretta e sana alimentazione.
L’intolleranza alimentare, grazie all’eliminazione temporanea dell’alimento incriminato potrebbe scomparire.
Il consiglio più importante per non incorrere ripetutamente in disturbi connessi alle intolleranze alimentari è di seguire una dieta varia e caratterizzata dall’assunzione di cibo di qualità e di alto valore biologico.
L’eliminazione e la graduale reintroduzione degli alimenti non tollerati deve essere seguita da un medico o specialista della nutrizione.
E’ consigliabile reintrodurre un cibo per volta allo scopo di monitorare l’eventuale insorgenza di sintomi di intolleranza.
Risulta importante e consigliato il parere del medico, non solamente nella fase interpretativa del test, ma anche in merito alla modalità di reintroduzione nella dieta dei cibi di cui si è temporaneamente sospeso il consumo.
In caso di difficoltà nell’interpretazione del referto o di patologie in corso è consigliabile il parere di uno specialista in grado di fornire un supporto terapeutico mirato.

IL TEST DI INTOLLERANZA ALIMENTARE

Il test di intolleranza alimentare utilizzato al CEMS è una prova allergometrica che consente, attraverso un prelievo di sangue, di individuare le reazioni avverse alle proteine alimentari. In particolare viene quantificata la reazione diretta tra gli anticorpi di classe G (IgG) presenti nel siero del paziente ed alcuni antigeni alimentari. Il test è utile per conoscere gli alimenti che possono disturbare il nostro organismo. Come riportato anche dalla letteratura l’eliminazione (per un periodo di 4-6 mesi) e l’eventuale reintroduzione graduale di questi alimenti nella dieta quotidiana può indurre un miglioramento della sintomatologia. E’ opportuno che la dieta ad eliminazione venga condotta con la supervisione di uno specialista della nutrizione. Il Natrix “Food Intolerance Test” utilizza una metodica analitica standardizzata e altamente ripetibile (ELISA).